Ir al contenido principal

MANGIAR BENE IN SARDEGNA


La Sardegna è «Ogm free». Lo ha accertato l'Istituto Zooprofilattico «Pegreffi» che ha reso noti i risultati delle indagini per l'anno 2010. Le analisi fanno parte del Piano nazionale di controllo sulla presenza di organismi geneticamente modificati negli alimenti. I dati sono stati pubblicati dal Ministero della Salute. «Nella nostra regione tutti gli alimenti controllati sono risultati privi di Ogm», dice la responsabile delle analisi Bruna Vodret, che dirige il laboratorio di Controllo mangimi dell'Istituto Zooprofilattico, spiegando che «questo ci permette di affermare che nei supermercati e nei mercati di tutta la Sardegna non ci sono cibi geneticamente modificati in circolazione». L'unico caso positivo, non dichiarato in etichetta, riguarda una farina di mais utilizzata per il mangime animale, ma, sottolinea Vodret, «si tratta di tracce talmente piccole da non potere essere nemmeno quantificate». Le analisi sono state eseguite sia sui prodotti destinati all'alimentazione umana, sia sui prodotti destinati all'alimentazione animale. La legge europea, infatti, consente l'utilizzo degli Ogm autorizzati solo se vengono dichiarati in etichetta. Obbligo che decade se la percentuale è inferiore allo 0,9% degli ingredienti. In base alle indicazioni del Piano nazionale, i tecnici della Asl hanno prelevato dai banchi dei supermercati 26 tipi diversi di alimenti, tra biscotti, riso, latte di soia, cereali, succhi di frutta e integratori di provenienza regionale, nazionale e internazionale.

Comentarios

Entradas populares de este blog

L'ISOLA DELLE STORIE-INIZIA IL FESTIVAL LETTERARIO DI GAVOI

In un clima di grande incertezza sui fondi alla cultura, il festival letterario di Gavoi torna quest’anno con un programma comunque di prestigio. L’edizione numero nove del festival Isola delle Storie porterà dal 28 giugno al primo luglio grandi nomi della cultura, dal giornalismo alla letteratura, secondo una formula ormai più che rodata che rende la rassegna di Gavoi una delle più importanti a livello nazionale. Spiccano inoltre nomi dello spettacolo, come quello di David Riondino, chiamato a inaugurare il festival - giovedì 28 giugno alle 22 - accompagnato dal trombettista jazz Riccardo Pittau. I tanti aficionados di Isola delle Storie conoscono ormai il succedersi degli appuntamenti nei tre giorni veri e propri del festival (dunque quest’anno da venerdì 29 giugno a domenica primo luglio), scanditi da un incontro nella prima mattinata, un’altro nella tarda, e poi altri incontri con gli autori dal pomeriggio sino a tarda sera (e a notte inoltrata con il consueto dopofestival, chiam…

SPAGNA CHIAMA SARDEGNA, IN LINGUA CATALANA!

Un disco che uscirà a novembre, una tournée appena conclusa in Spagna e una nuova collaborazione in vista. Dopo avere festeggiato i dieci anni di carriera nel 2011, Franca Masu non si è fermata. Mentre il suo disco "10 anys" era un album dei ricordi sui palchi d'Europa, il prossimo lavoro discografico, "Alma Blau", «è un momento di svolta». A dirlo è la stessa cantante algherese, appena rientrata dai concerti di Madrid.
Con la sua aria sempre in bilico fra il sofisticato e il naif, con un piede per terra e uno sui palchi del Mediterraneo, Franca Masu racconta le ultime esperienze di cantante, di autrice e di madre.
La lingua di riferimento è ancora il catalano?
«Sì. I brani in italiano sono solo tre: uno di Beccalossi e due riadattamenti dai repertori di Dulce Pontes e di Cesaria Evora. Devo dire che per me il catalano è una sorta di gabbia d'oro. È una lingua difficile, il suo suono è allo stesso tempo ostico e soave. Ma voglio scrivere in catalano e mi batte…

LOS "CULURGIONES", UNA DELICATESSEN DE LA COCINA DE CERDEÑA

Los culurgionesson uno de los platos típicos de la zona de la zona centro y centro-oriental de Cerdeña (Barbagia de Seulo y de Ogliastra). Se conocen también como culurxionis o culingionisy son, en esencia, ravioli de patata, ajo, queso y menta con forma rectangular, redonda o de medialuna. Estos ingredientes se combinan de forma diferente en las distintas zonas y ni siquiera en el mismo pueblo encontramos los mismos sabores: cada familia tiene su propia receta. 
En Come mai? Lingua e cultura italiana enseñamos a hacer esta delicatessen de la cocina de Cerdeña, en nuestro curso de cocina italiana en italiano, el 18 de noviembre a las 19.30 en nuestro local en C/ San Vicente Ferrer 64.